Citizen Satellite Wave è arrivato il futuro

Citizen Satellite Wave è arrivato il futuro

Lo avevamo visto a Basilea a inizio anno, verso l’estate l’abbiamo ammirato nuovamente nella splendida cornice della Sardegna, oggi finalmente lo abbiamo in negozio. Dall’iniziale tiratura di 500 pezzi si è passati agli attuali 990 in tutto il mondo, un numero comunque limitatissimo per quello che è l’apripista dei futuri radiocontrollati Citizen e certamente non sufficiente a coprire tutti i rivenditori del noto marchio giapponese, siamo contenti e orgogliosi di essere stati scelti per poter avere in negozio quello che sarà ricordato come un pezzo importante della storia dell’orologeria.

Ricapitoliamo ora caratteristiche e funzione del Satellite Wave, per la precisione dell numero 424/990 come attesta l’incisione sul fondello e la tessera di garanzia del modello in nostro possesso.

Il colpo d’occhio sicuramente è di impatto: il diametro si attesta oltre i 46 mm, dominanti sono il nero del quadrante e il verde di lancette, indici e delle spirali che percorrono la lunetta interna; l’ampio vetro in zaffiro, leggermente bombato, riporta serigrafato il marchio Citizen, le decine dei minuti e la lista delle principali città del mondo rappresentative dei rispettivi fusi orari. Il quadrante sottostante si distingue per la presenza di due ampi contatori circolari, rispettivamente alle ore 3 e 9, sui quali viene indicata da una parte le 24 ore e dall’altra il giorno della settimana e l’indicazione dell’ora legale o solare, alle ore 6 invece è visibile la data odierna con due piccoli spazi laterali che lasciano intravedere il giorno precedente e successivo.

La cassa è formata da un anello di ceramica nera, rigata verticalmente di verde ad intervalli regolari, alloggiata su una base di acciaio nero su cui si innestano le anse collegate ad un cinturino di gomma nero rigato di verde lateralmente, la chiusura del cinturino è una classica Deployante a farfalla dotata di pulsanti di sicurezza sempre realizzate in acciaio nero.

Come tradizione Citizen Satellite Wave fa parte della più ampia famiglia di orologi Eco-Drive a ricarica solare, visto l’ingente consumo di corrente necessario per la ricezione satellitare si è ricorso ad un accumulatore particolarmente capiente capace di fornire una riserva di carica di 2,5 anni considerando una ricezione media effettuata ogni due giorni, l’orologio inoltre provvederà ad avvisarci con 10 giorni di anticipo sull’esaurimento della carica dell’accumulatore con il tipico movimento a scatti di 2 tacche della lancetta dei secondi. Naturalmente sono presenti tutti gli ultimi accorgimenti sviluppati da Citizen e visti negli ultimi modelli radiocontrollati quali l’Evolution 5, Satellite Wave è capace di riconoscere gli eventuali colpi ricevuti e di ripristinare automaticamente la posizione corretta delle lancette, ogni parte del movimento è inoltre trattata per essere antimagnetica. Altra caratteristica in comune con l’evolution 5 è il sistema semplificato tramite corono per il cambiamento del fuso orario.

La vera novità di Satellite Wave è naturalmente la capacità di ricevere l’ora da satellite, per anni i radiocontrollati ci hanno abituato all’idea del segnale orario trasmesso tramite antenne posizionate strategicamente nei paesi più industrializzati per fornire la maggior copertura possibile ma ovviamente limitati nel loro raggio di azione, ora il raggio di ricezione si estende su tutta la superficie terrestre grazie alla perenne presenza in orbita dei satelliti già usati per il sistema GPS che senza sosta trasmettono il segnale orario generato dagli orologi atomici presenti a bordo la cui precisione si attesta su più o meno un secondo ogni 10 milioni di anni, basterà avere il cielo sopra le proprie teste per ottenere la precisione assoluta dell’ora, almeno per i 990 fortunati possessori del Satellite Wave.

                         [youtube]x4vgLRsko68[/youtube]

0 Commenti

Lascia un Commento