Lenti a Contatto – Uso e Manutenzione

Lenti a Contatto (pagina in lavorazione)

Le lenti a contatto sono dispositivi medici in materiale plastico, a forma di piccola calotta trasparente, che vengono applicati sulla superficie oculare per correggere difetti di rifrazione (miopia, ipermetropia, astigmatismo, ecc).

Esistono molteplici tipi di lenti a contatto, suddivisi in due grandi famiglie:

  • lenti rgp o polimeri vetrosi
  • lenti morbide o polimeri gommosi

Come iniziare a utilizzare le lenti a contatto

Se siete portatori di occhiali e volete provare le lenti a contatto la prima cosa è prenotare una visita specialistica presso il vostro ottico di fiducia. L’esame comprende vari test per verificare se gli occhi sono idonei all’uso di lenti a contatto (la maggior parte lo sono), prevenire eventuali complicanze future e selezionare le lenti più indicate per il benessere e la salute dei vostri occhi.
Dopo aver individuato le lenti a contatto più indicate e averne verificato il corretto funzionamento nell’occhio l’ottico procede illustrando i metodi di inserimento e rimozione della lente, oltre alla manutenzione. Questa parte è fondamentale per garantire la salute dell’occhio a lungo termine e poter continuare a indossare con soddisfazione le lenti per gli anni futuri. Non bisogna dimenticarsi di fissare appuntamenti periodici (con cadenza annuale salvo diversa indicazione) presso il proprio ottico per monitorare lo stato di salute degli occhi e la loro sopportazione delle lenti a contatto, oltre a informarsi su nuove tipologie di lenti che meglio rispondono alle proprie esigenze visive e di benessere.

Come continuare a prendersi cura delle proprie lenti a contatto

Per preservare la salute e il benessere dei propri occhi, è importante seguire scrupolosamente le indicazioni di uso e manutenzione fornite dallo specialista, utilizzare solo i prodotti indicati rispettandone le scadenze e fissare ed eseguire controlli periodici come suggerito in fase di applicazione.

bisognerebbe contattare l’ottico nei seguenti casi:

  • Una volta all’anno per controlli di routine
  • Qualora si presenti un degrado della visione con le proprie lenti
  • In caso di disagi con le lenti a contatto o il sistema di manutenzione indicato

Se dovessero verificarsi forti disagi nell’uso delle lenti a contatto, o se l’occhio si presentasse arrossato o irritato (anche se l’uso delle lenti a contatto sembrasse ridurre il disagio) rimuovere le lenti a contatto e prenotare una visita per verificare e risolvere il problema.

Manutenzione delle lenti a contatto

La manutenzione ordinaria delle lenti si divide in diversi processi riportati di seguito, quelle riportate sono indicazioni generali, chiedete sempre informazioni sul regime di manutenzione idoneo a voi al vostro applicatore:

  • Pulizia

Dopo aver lavato accuratamente le mani mettere la lente a contatto nel palmo, versare alcune gocce di soluzione detergente sulla lente. Utilizzare il dito indice della mano opposta per sfregare delicatamente la lente contro il palmo con movimenti circolari per 2/3 minuti. Risciacquare la lente a contatto.

  • Conservazione

Risciacquare il portalenti sotto acqua corrente. Riempire il portalenti con soluzione conservante idonea, quindi riporvi con delicatezza la lente a contatto. Richiudere il portalenti e lasciare agire il conservante. Alcuni tipi di conservanti richiedono tempi minimi per la neutralizzazione dei principi attivi (ad esempio quelli a base di perossido di idrogeno), leggete attentamente le istruzioni o chiedete consiglio all’ottico. Qualora la lente a contatto restasse nel contenitore per lunghi periodi inutilizzata si consiglia di ripetere comunque la manutenzione periodicamente.

  • Risciacquo

Aprire il contenitore e togliere la lente a contatto. Risciacquare abbondantemente la lente a contatto con soluzione isotonica tamponata sterile prima di indossarla. Svuotare il contenitore portalenti e risciacquarlo con acqua corrente o soluzione idonea quindi lasciarlo aperto ad asciugare.

Lenti a Contatto e Cosmetici

Per aiutarti a mantenere i tuoi occhi sani e belli, abbiamo preparato un breve elenco di piccoli accorgimenti e cose da fare e da non fare per un appropriato utilizzo delle lenti senza rinunciare al make-up.

Da fare:

• Applica le lenti prima di truccarti
• Lavati le mani accuratamente prima di applicare le lenti a contatto
• Applica ombretti ed eye-liner con delicatezza, in modo da non toccare o danneggiare le lenti
• Usa un tipo di make-up per gli occhi che non contenga oli o profumi
• Usa rimmel ed eyeliner water-proof per evitare che colino o sbavino
• Sostituisci il rimmel tutti i mesi
• Sostituisci l’eyeliner ogni tre mesi
• Sostituisci gli ombretti ogni sei mesi
• Togli le lenti prima di eliminare il trucco dagli occhi
• Struccati ogni giorno, utilizzando uno struccante ipoallergenico, che non contenga oli
• Chiama l’ottico se noti un arrossamento, dolore, edema o irritazione

Da evitare:

• Non truccarti (o applicare lenti) in caso di occhi gonfi, arrossati o infettati
• Non usare la saliva per applicare l’ombretto, l’eyeliner liquido e per provare ad usare in altro modo il vecchio rimmel
• Non applicare l’eyeliner all’interno delle palpebre (internamente alle ciglia)
• Non applicare il rimmel alla base delle ciglia – inizia dal punto intermedio fino a raggiungere le estremità
• Non usare il rimmel con “effetto allungante” perché le fibre possono danneggiare le lenti.

Colliri e Sostituti Lacrimali

I  prodotti disponibili in commercio dedicati all’integrazione del film lacrimale sono tantissimi.

Le differenze esistono in termini di azione (diluente, stabilizzante, volumetrica correttiva, nutritiva), di formulazione farmaceutica (soluzioni, microemulsioni, gel, ecc. ), di conservazione (BAK, SOC, non conservati ecc,) di caratteristiche chimicofisiche, (osmolarità, viscosità viscoelasticità ecc.), di principio attivo (polimeri sintetici, bio-polimeri, fosfolipidi ecc.). Le caratteristiche che distinguono un  sostituto lacrimale dall’altro devono essere sfruttate in modo da adeguarsi alle caratteristiche cliniche del singolo individuo. In pazienti affetti da occhio secco, le differenze tra una lacrima artificiale e l’altra le percepiscono benissimo.

In caso di lievi disagi agli occhi, sopratutto in presenza di lenti a contatto, si possono utilizzare i cosiddetti sostituti lacrimali; questi prodotti normalmente presentano limitate o nulle controindicazioni e donano una sensazione di benessere appena instillati. Qualora non fossero sufficienti si consiglia di consultare il proprio contattologo di fiducia o il medico-oculista per farsi consigliare sul prodotto più idoneo alla salute dei propri occhi.

I colliri, e in generale qualunque tipo di farmaco, non devono mai essere instillati con le lenti a contatto indossate, salvo specifica indicazione.

Guide all’uso delle lenti a contatto

Video educativo su come mettere e togliere le lenti a contatto morbide (realizzato da Ciba Vision)

0 Commenti

Lascia un Commento