Casio G-Shock Gravitymaster GPW-1000

Casio G-Shock Gravitymaster GPW-1000

In occasione della fiera internazionale dell’orologeria a Basilea Casio svela l’ultimo modello di G-shock: il Gravitymaster GPW-1000

Gravitymaster

Il tema scelto da Casio per Baselworld 2014 è “Synchronized Timepiece”, orologi sincronizzati, ed è volto ad esplorare l’evoluzione dell’orologio attraverso l’inserimento dello stesso in un ecosistema tecnologico con il quale interagire e migliorare le proprie funzioni.

Le vie presentate sono due: la sincronizzazione tramite sistema GPS e la sincronizzazione tramite Bluetooth con i moderni smartphone. In questo articolo ci limiteremo ad esplorare la proposta Casio per quanto riguarda l’integrazione tra orologio e GPS.

G-Shock Gravitymaster GPW-1000

download

Con il G-Shock GPW-1000, denominato Gravitymaster, Casio presenta il primo orologio al mondo capace di sincronizzare l’ora sia da satellite tramite sistema GPS, sia da antenne terrestri tramite onde radio ottenendo cosi i vantaggi di entrambe le tecnologie: affidabilità e basso consumo del radiocontrollo nelle zone coperte e capacità di sincronizzarsi anche al di fuori da queste aree tramite GPS. (per una spiegazione più approfondita dei due sistemi con relativi vantaggi e svantaggi si può trovare un’approfondimento in calce a questo articolo)

GPW-1000 BlueprintSviluppato in collaborazione con Sony questa nuova tecnologia ibrida vanta un basso consumo di energia e dimensioni miniaturizzate rispetto a quanto disponibile fino ad oggi. Ma questa non è l’unica novità tecnologica presente nel G-Shock GPW-1000, per realizzare questo ambizioso segnatempo sono stati necessari altri due fondamentali miglioramenti nell’arsenale tecnologico di Casio.

Innanzi tutto i motori dedicati al movimento delle lancette sono stati ridotti nelle dimensioni del 26%, realizzando cosi i più piccoli motori al mondo alimentati ad energia solare, questo necessario per far posto alle due antenne necessarie per la sincronizzazione dell’ora senza aumentare esageratamente le dimensioni dell’orologio.

Secondariamente il consumo maggiore di energia richiesto dall’antenna GPS, seppure essa stessa studiata per consumare meno energia possibile, ha richiesto un miglioramento dei pannelli solari utilizzati per mantenere in funzione l’orologio, obbiettivo raggiunto con una nuova tecnologia cancella ombre utilizzata nei nuovi pannelli solari capaci di assorbire una quantità maggiore di energia e di restituire una più stabile alimentazione all’orologio.

Motor

G-Shock-GPW-1000-GPS-dialQuando il Casio G-Shock GPW-1000 si sincronizza tramite segnale satellitare oltre ad aggiornare l’ora con quella trasmessa dall’orologio atomico del satellite localizza la posizione dell’orologio e il relativo fuso orario di competenza tramite un nuovo algoritmo sviluppato appositamente per questo compito. Essendo interessato al fuso orario di competenza e non alla posizione precisa in cui si trova l’orologio si è potuto semplificare l’operazione con cui si determina la posizione raggruppando aree geografiche con lo stesso orario ottenendo cosi un più rapido e accurato aggiustamento del fuso orario. Durante la ricezione sul quadrante dell’orologio sarà visibile sia la località selezionata, indicata dal posizionamento della lancetta dei secondi sul nome della città principale rispetto al fuso orario in cui ci troviamo, sia la latitudine attuale indicata su uno schema semplificato del globo terrestre grazie ad una seconda lancetta posizionata ad ore tre.

Qualità G-Shock

Casio-G-Shock-GPW-1000-GPSIl resto delle caratteristiche tecniche note del G-Shock Gravitymaster GPW-1000 sono quelle che siamo abituati ad aspettarci dalle ultime generazioni di Casio G-Shock: impermeabilità fino a 200 metri; resistenza agli urti garantita dalla costruzione ibrida di materiale plastico e acciaio per cadute fino a 10 metri di altezza; movimento a ricarica solare con una riserva di carica che permette fino ad 8 mesi di funzionamento in assenza di luce da uno stato di piena carica. Non manca il sistema Smart Access, la corona elettronica brevettata da Casio che permette di comandare tutte le funzioni digitali dell’orologio come se regolassimo l’ora su un normale orologio analogico. E per quanto riguarda le funzioni invece è sicura la presenza dello standard per i modelli analogici G-Shock: cronografo, conto alla rovescia e sveglia.

 

Finiture di Pregio

Quello che identifica il G-Shock GPW-1000 come un prodotto premium sono le finiture di alto livello: vetro in zaffiro antigraffio con trattamento anti riflesso per offrire un ottimale leggibilità del quadrante; lunetta in acciaio colorata di nero tramite sistema DLC (diamond-like carbon) capace di garantire una resistenza ai graffi ben superiore a quella del normale acciaio e vicina alla durezza del diamante; cinturino realizzato con inserti in fibra di carbonio, stesso materiale usato per la lancetta dei secondi che permette a quest’ultima di essere di maggiori dimensioni e operare con grande velocità e precisione.

Come tutti i modelli premium della linea G-Shock Il GPW-1000 è realizzato nello stabilimento Casio di Yamagata dove viene seguita la realizzazione del prodotto nella sua interezza dalla costruzione dei componenti principali fino al loro montaggio a garanzia del più alto standard di qualità.

Il lancio del G-Shock GPW-1000 dovrebbe avvenire per il territorio italiano negli ultimi mesi del 2014 ad un prezzo che dovrebbe essere più contenuto rispetto a quanto offerto dalla concorrenza, quando avremo informazioni più certe provvederemo ad aggiornare questo articolo.

photo_yamagata

Global Positioning System + Multi Band 6 radio signal

Al momento esistono due tecnologie capaci di sincronizzare l’ora di un orologio con l’ora esatta fornita dagli orologi atomici su cui vengono regolati tutti gli altri orologi: tramite onde radio trasmesse da antenne terrestri o tramite segnale trasmesso dai satelliti del sistema GPS.

multiband6-enIl primo sistema è quello utilizzato da più tempo nel mondo degli orologi ed è disponibile ormai a prezzi molto contenuti anche in orologi sotto i 200 €. La sincronizzazione avviene tramite onde radio trasmesse da sei antenne presenti negli USA, in Europa, Cina e Giappone, collegate ognuna ad un orologio atomico; ogni antenna ha un raggio di trasmissione garantito di 1500 km che permette una buona copertura dei paesi più ricchi ma non arriva assolutamente vicino a coprire l’intera superficie terrestre. Vantaggio di questo sistema sta nel basso consumo energetico richiesto per effettuare una sincronizzazione il che permette sincronizzazioni frequenti senza intaccare troppo la durata della batteria, il segnale terrestre inoltre è più forte di quello trasmesso da satellite e permette una facile sincronizzazione anche al chiuso.

 

spac_gps_navstar_iia_iir_iif_constellation_lgIl secondo sistema è stato introdotto recentemente negli orologi non prettamente dedicati allo sport e ha posto maggiori problemi nell’integrazione. Uno dei problemi principali è l’alto consumo di energia richiesto per la sincronizzazione, gli orologi per lo sport hanno risolto il problema con grosse batterie ricaricabili tramite corrente studiate per offrire un’autonomia ridotta sufficiente però per lo scopo di monitorare un’attività sportiva. Un orologio da usare tutti i giorni ha però necessità diverse in fatto di autonomia e di ingombro ed ecco che da anni si stanno studiando soluzioni a basso consumo e miniaturizzate. Vantaggio di questo sistema sta nella copertura globale offerta dal sistema GPS, tramite i 31 satelliti attualmente in orbita, ognuno dei quali dotato del proprio orologio atomico, non esiste punto sulla terra in cui non si possa trovare almeno 3 satelliti presenti nel cielo sopra la nostra posizione. Gli svantaggi sono il già citato alto consumo energetico e ingombro, senza contare che la ricezione del segnale è più difficoltosa se non impossibile al coperto o in zone con alti edifici nelle vicinanze.

 

Negli ultimi due anni sono state Citizen e Seiko a guidare l’avanzata del sistema satellitare per la sincronizzazione di orologi da usare quotidianamente con i rispettivi Satellite Wave e Astron, orologi d’avanguardia presentati a prezzi superiori ai 2000 €, ora tocca a Casio scuotere la competizione con la sua proposta di un sistema ibrido capace di superare i limiti dei due sistemi presentando nello stesso orologio entrambe le tecnologie.

 

1 Commento

  1. massimo 2 anni fa

    Per chi ama sapere sempre l’ora esatta come me e vuole un orologio robusto, altamente tecnologico (la sincro gps è impressionante e semplice al tempo stesso) e che non teme gli urti questo casio è un must, anzi questo è il re di tutta la serie g-shock. Il costo non è dei più contenuti, anzi, ma io l’ho ricevuto per regalo dei mie 40 anni e sono veramente soddisfatto

Lascia un Commento