Binocoli – Informazioni generali

Binocoli. Un binocolo è composto da due sistemi ottici uniti da una cerniera che (generalmente) condividono il medesimo meccanismo di messa a fuoco. La capacità di creare simultaneamente un’immagine per entrambi gli occhi offre una percezione realistica di profondità. I binocoli sono disponibili in un’ampia gamma di dimensioni, ingrandimenti e caratteristiche adatte ad ogni uso ed esigenza

Terminologia:

  • Elementi ottici con trattamento

Il trattamento della superficie della lente riduce la dispersione della luce e l’abbagliamento
dovuto ai riflessi. Fornisce un’immagine più luminosa e contrasti più marcati con un minore
affaticamento degli occhi.

  • Tipi di trattamento

Trattata: Un solo strato su almeno una superficie della lente.
Trattamento completo: Un solo strato su tutte le superfici a contatto con l’aria.
Trattamento multistrato: Più strati su almeno una superficie della lente.
Trattamento multistrato completo: Tutte le superfici aria-vetro hanno strati multipli di rivestimento anti-riflesso. I sistemi ottici con trattamento multistrato completo offrono immagini luminose con un ottimo contrasto e affaticano pochissimo gli occhi perché solo una piccola percentuale di luce viene persa nel passaggio.

  • Regolazione diottrica

La maggior parte dei binocoli dispongono di un oculare regolabile per compensare le differenze di visione tra l’occhio destro e quello sinistro.

  • Vetro ED

ll vetro in fluorite a bassissima dispersione ED offre una risoluzione dei colori ed un contrasto eccezionali eliminando virtualmente
tutte le aberrazioni cromatiche e le frange di colore.

  • Pupilla di uscita

Si riferisce alla grandezza del cerchio luminoso visibile all’oculare di un binocolo. Più la pupilla di uscita è grande, più l’immagine è luminosa. Per determinare la dimensione, si divide il diametro della lente dell’obiettivo per la potenza (un modello 8×32 ha una pupilla d’uscita di 4 mm).

  • Estrazione pupillare

È la massima distanza tra il binocolo e l’occhio che rende ancora possibile un campo visivo totale. Un’estrazione pupillare lunga riduce l’affaticamento degli occhi ed è ideale per coloro che indossano degli occhiali.

  • Campo visivo

Il campo visivo è la distanza laterale della zona circolare di osservazione o del soggetto. È definito dalla profondità in piedi o metri dell’area visibile a 1000 metri. Un binocolo grandangolare offre un ampio campo visivo ed è più adatto per seguire un’azione. In generale, più l’ingrandimento è elevato, più il campo visivo è ridotto.

  • Ingrandimento

I binocoli sono spesso contrassegnati da due numeri separati da una “x”. Per esempio: 8×32. Il primo numero è la potenza o ingrandimento del binocolo. Con un binocolo 8×32, l’oggetto osservato appare otto volte più vicino di quanto Lei lo vedrebbe ad occhio nudo.

  • Dimensione della lente dell’obiettivo

Il secondo numero nella formula (8×32) è il diametro dell’obiettivo o lente frontale. Più la lente dell’obiettivo è grande, più luce entra nel binocolo e più luminosa è l’immagine.

  • Sistema di prismi a Porro

Nei binocoli con prismi a Porro l’obiettivo o lente frontale è disassato rispetto all’oculare. I binocoli con prismi a Porro offrono una percezione di maggiore profondità e, generalmente, un campo visivo più ampio.

 

  • Sistema di prismi a Tetto

Nei binocoli con prismi a tetto, i prismi si accavallano da vicino, il che permette agli obiettivi di allinearsi direttamente con gli oculari. Lo strumento ha una forma slanciata e le lenti e prismi sono in linea diritta. I binocoli con prismi a tetto sono meno ingombranti e più robusti rispetto al loro modello equivalente Porro.

  • Vetro del prisma

La maggior parte dei prismi ottici sono in vetro borosilicato (BK-7) o bario in piastrina (BaK-4). Il vetro BaK-4 è di migliore qualità e fornisce immagini più luminose e con contorni molto nitidi.

  • Impermeabilità / Antiappannamento

Alcuni binocoli hanno una guarnizione circolare e spurgo con azoto per una totale protezione impermeabile ed antiappannamento. Questi modelli possono sopportare un’immersione completa nell’acqua e rimanere asciutti al loro interno. Le superfici ottiche interne non si appanneranno neanche per il rapido cambiamento di temperatura o d’umidità.

 

 

 

 

 

 

 

 

0 Commenti

Lascia un Commento